Cover evento JB 1920x1080 BN.png

Julia Binfield / su carta, legno, stoffa ...
 

A Udine al Temporary Permanent dal 27 maggio 2022

Una nota illustratrice espone da T/P alcuni lavori realizzati per l’editoria e l’industria, ma anche per la passione e il diletto.

Un titolo generalmente sintetizza il contenuto, in questo caso si riferisce ai materiali, perché Julia Binfield disegna su qualsiasi supporto, carta, legno e stoffa e con qualsiasi strumento, matita, pennello, pastello… addirittura con il filo da cucire. Ha studiato graphic design alla St. Martin’s School of Art, Londra, prima di lavorare con Alan Fletcher alla Pentagram. Si è poi trasferita a Roma e successivamente a Milano, dove vive tutt’ora. Attualmente illustra per clienti dell’editoria e dell’industria. Espone in varie mostre personali suoi monoprint, acquarelli e collage. Produce libri d’artista

e piccole edizioni numerate. Ha pubblicato su “Gardenia Magazine”, “Repubblica”, “Domus” e “Abitare”.

Ha lavorato con aziende come Cassina, Olivetti, Hermés, IBM...
Per capire da dove nasce il suo lavoro dobbiamo ricordarci che era una nota grafica che nel tempo si accorse che molte delle soluzioni visive per allestimenti, manifesti e copertine di riviste venivano risolte con l’illustrazione che, per praticità, spesso erano di suo pugno. Per sapere da dove nascono i suoi manufatti, abbiamo rivolto la domanda direttamente a lei che così ci ha risposto:

Ho iniziato a collezionare etichette, biglietti, involucri delle caramelle etc molto presto. In famiglia lo facevamo tutti, giravamo in vacanza con lo sketchbook per poter disegnare e collezionare ricordi di ogni tipo, negli anni ho lavorato molto con il collage. Ho prodotto notebook con carta che tenevo in studio dagli anni ‘90, rubriche iniziate da completare e liste della spesa. Poi anche cose cucite: canovacci, grembiuli, borse, inizialmente usando tessuti avanzati da set fotografici (quando era ancora Art Director). Nel 2016, finalmente ho potuto rendere ufficiali questi miei lavori, quando mio figlio mi ha chiesto di partecipare a una fiera di libri d’artista e fanzine a Londra. “Might Keep This Editions” è questo il nome che ho scelto per le mie cose di “passione e diletto”.

Notizie in breve 

annuncio_JB.png
annuncio_GS.jpg
annuncio.jpg