Ricordati l'ombrello

Disegni originali di Franco Matticchio
Una grande mostra in un piccolo spazio con illustrazioni del libro Ho dimenticato l’ombrello, Vanvere edizioni 2019,
disegni per la rivista “L’Indice”, copertine e schizzi preparatori, tutti sul tema dell’ombrello.


Negli spazi della galleria Temporary Permanent è ospitata una mostra dedicata all’autore Franco Matticchio che oltre ad essere definito un genio dai grandi dell’illustrazione internazionale, è conosciuto anche dal pubblico che tendenzialmente “non guarda le figure”. L’inserto culturale della domenica del Sole 24 ore per Franco Matticchio ha coniato un termine: le “Matticchiate”, illustrazioni identificabili alla prima occhiata, caratterizzate da un segno e da un tratto inconfondibile.

La casa editrice Rizzoli Lizard ha pubblicato due grandi tomi Jones e altri sogni e Ahi e altri guai.

Da poco è uscito il suo ultimo libro Animali sbagliati, il terzo volume della serie edito da Vanvere edizioni e preceduto da Ho dimenticato l’ombrello, sempre per lo stesso editore. Ed è sul tema dell’ombrello che T/P Temporary Permanent propone la mostra “Ricordati l’ombrello / disegni originali di Franco Matticchio”. Una preziosa raccolta di schizzi, disegni e idee sul soggetto (l’ombrello appunto) fatta negli anni dall'autore stesso più alcune tavole a colori già pubblicate sul libro.
L’ombrello, o più di uno, diventano i soggetti principali di ambienti domestici e paesaggi urbani. Per l’occasione Matticchio ha fatto dei dedicages sui libri che si trovano in vendita in galleria. Una grande mostra in un piccolo spazio: la parte espositiva di T/P misura infatti all’incirca 30 metri quadrati ma a Franco Matticchio ne bastano molti meno per stordire la nostra immaginazione, a lui è sufficiente un tavolo di piccole dimensioni, 70x100 circa, perché i suoi disegni sono grandi solo per quanto riguarda l’idea che, spesso non si coglie subito. In una intervista di tempo fa ha detto: “Spero ogni volta che i miei disegni non si capiscano”. Sempre a proposito dei suoi disegni hanno scritto di lui molti autori “colleghi” come Guido Scarabottolo: “Se dovete fare un disegno e prima sfogliate i libri di Franco Matticchio, scoprirete che lui l’ha già fatto”. Oppure: “Se dovete fare un disegno non sfogliate i libri di Franco Matticchio perché scoprirete che lui l’ha già fatto”. E Gabriella Giandelli: “Nei suoi racconti senza senso io ritrovo il senso, nei suoi disegni visionari pieni d’invenzioni e di anarchia io ritrovo sempre la bellezza e il gusto del disegnare”. La bellezza di poter vedere questi originali che stupiscono per la ricchezza di idee e per la qualità grafica la troverete a partire dal 10 marzo da T/P Temporary Permanent, uno spazio aperto a chi disegna e scrive e soprattutto a chi è curioso del disegno e della scrittura altrui.

Abbraccio

Febbraio 2021

“Abbraccio”: disegni d’autore in mostra.
Un’esposizione di autori internazionali per evocare un gesto semplice e mai così desiderato. Con disegni e illustrazioni di Pierre Bourrigault, Gabriella Giandelli, Franco Matticchio, Pia Valentinis e molti altri.
L’affetto delle amicizie, la nostalgia dell’abbraccio, la distanza, dei dis-abbracci. Un gesto immediato, forte, che ora ci manca e che è diventato quasi un simbolo. San Valentino, la festa degli innamorati, ma in senso più ampio dei sentimenti, offre lo spunto per “Abbraccio”, un’esposizione di disegni dedicata proprio agli abbracci. Con escursioni tra soggetti diversi, non solo abbracci tra innamorati ma anche fra persone come nel caso di una madre con la figlia di Pierre Bourrigault, o tra oggetti, vedi i due ombrelli di Matticchio.
Per il tema di “Abbraccio”, Giovanna Durì racconta l’origine dell’idea: “Parto dal momento del lockdown, quando le braccia sono diventate gli arti proibiti e l’abbraccio a conclusione del testo di un sms, di una email o di un messaggio WhatsApp, era spesso seguito da un commento, da una sottolineatura imbarazzata, quasi a volersi scusare perché quel gesto non si poteva più fare e ricordarlo, anche virtualmente, era fuori luogo”. “Lo possiamo sublimare attraverso la bellezza dell’illustrazione e del disegno – continua la curatrice – e le visioni espressive di autori molto diversi tra loro: Bourrigault, Binfield, Giandelli, Matticchio e Pia Valentinis, Michela Minen, Paola Gasparotto, Giulia Spanghero, Carlo Comuzzi,
rappresentativi questi ultimi del panorama regionale”.
Dopo “Abbraccio”, all’interno di un fitto programma che si articolerà nel 2021, appuntamento tra i più importanti sarà con "Ricordati l'ombrello" la grande mostra di Franco Matticchio.

Uccellini

dal 22 Gennaio 2021

Giorgio Maria Griffa, grande acquerellista che scrive e disegna. Ha pubblicato molti libri che trattano, come tema principale, il paesaggio. Nei suoi reportage illustrati, dalle Falkland, all’Antartide, dalla Patagonia fino alla Georgia del Sud, piccoli e grandi animali si sono spesso intrufolati fra le pagine dei suoi taccuini rivelando il suo talento nel ritrarre esseri viventi. Gli uccelli, in particolare, ma anche cani e cetacei. Molti di questi sono stati precedentemente esposti nella Galleria dell’Incisione di Brescia che ha dedicato a questo autore molte mostre. Come la Galleria Nuages di Milano, che ha pubblicato gran parte dei suoi lavori.

Calendari

Gennaio 2021

Calendario 2021
Calendario 2021

TP_calendarioGS_4
TP_calendarioGS_4

TP_calendarioGS_1
TP_calendarioGS_1

Calendario 2021
Calendario 2021

1/4

Il calendario di Guido Scarabottolo compie 22 anni, il prossimo anno probabilmente si laurea…

Lo scorso anno è stato presentato in varie librerie udinesi, mentre qualche anno prima è stata fatta una mostra “itinerante” dove l’inaugurazione si svolgeva a tappe: dalla Moderna alla Kobo, da Odos alla Cluf …

pellegrinando lentamente verso una festa finale.

Invece per i 20 anni è stato pubblicato un libro XXS, Edizioni della Galleria L’Affiche, che raccoglieva tutti i 240 mesi stampati ed è stata fatta una festa con l’autore alla Libreria Martincigh di via Gemona. Per le feste ci sarà il giusto tempo, restiamo ancora prudenti; vorremmo comunque festeggiare regalando a tutti la possibilità di ammirare di questo calendario le passate 21 edizioni. Da giovedì 7 gennaio a sabato 16.

Matite

Ottobre / Novembre 2020

01
01

04
04

06
06

01
01

1/6

Scarabottolo, Binfield, Quarin, Matticchio, Mattotti, Durì, Giandelli.

La matita è il soggetto principale dei lavori in esposizione. Testi che parlano di lei e disegni (rigorosamente a matita) che la ritraggono.